Coronavirus, dal Caffè Greco ai Tre Scalini: «È la fine di bar e ristoranti»