Coronavirus, la lettera di un infermiere ai figlioletti: "Vedervi dalla finestra è struggente ma vado avanti"