Coronavirus, l’allarme dei presidi: «A settembre troppi alunni nelle classi»