L’impennata di Pasqua: sfiorati i duecento casi e nuovo picco di ricoveri