Roma, collezionista accusato di aver acquistato lettere di D’Annunzio e Pellico: assolto